Reumatologia
Eular 2017
ACR-ARHP San Diego
OncoGinecologia.net

NT-pro-BNP e rischio di mortalità nella poliartrite infiammatoria precoce


È stato misurato il frammento N-terminale del pro-peptide natriuretico di tipo B ( NT-pro-BNP ), un marcatore di disfunzione cardiaca, in una coorte con poliartrite infiammatoria precoce, ed è stata valutata la sua associazione con il fenotipo della malattia, con la malattia cardiovascolare, la mortalità per tutte le cause e la mortalità per cause cardiovascolari.

I soggetti con poliartrite infiammatoria in fase precoce sono stati reclutati dal Norfolk Arthritis Register nel periodo 2000-2008, e sono stati seguiti fino alla morte o fino a marzo 2010.

Sono state valutate le associazioni di NT-pro-BNP basale con fattori legati alla poliartrite infiammatoria e alla malattia cardiovascolare, ed è stata esaminata l'associazione indipendente di NT-pro-BNP basale con la mortalità per tutte le cause e per cause cardiovascolari.

Sono stati studiati 960 soggetti con poliartrite infiammatoria in fase precoce; 163 ( 17% ) avevano avuto una precedente malattia cardiovascolare.

373 ( 39% ) pazienti avevano livelli basali di NT-pro-BNP maggiori o uguali a 100 pg/ml.

NT-pro-BNP è risultato associato a età, sesso femminile, punteggio alla scala HAQ ( Health Assessment Questionnaire ), CRP ( proteina C-reattiva ), abitudine al fumo, anamnesi di ipertensione, precedente malattia cardiovascolare e presenza di placche carotidee.

Un totale di 92 soggetti con poliartrite infiammatoria ( 10% ) sono deceduti, compresi 31 ( 3% ) morti a causa di malattia cardiovascolare.

In un'analisi aggiustata per età e sesso, un aumentato livello di NT-pro-BNP ( maggiore o uguale a 100 pg/ml ) è stato associato a mortalità per tutte le cause e mortalità cardiovascolare ( hazard ratio, HR aggiustato, rispettivamente, 2.36 e 3.40 ).

Questi risultati sono rimasti costanti dopo aggiustamento per i fattori di rischio convenzionali di malattia cardiovascolare e per malattia cardiovascolare prevalente.

In conclusione, nei pazienti con poliartrite infiammatoria in fase precoce, elevati livelli di NT-pro-BNP sono legati a punteggio alal scala HAQ e a proteina C-reattiva, e predicono la mortalità per tutte le cause e la mortalità cardiovascolare indipendentemente dai tradizionali fattori di rischio cardiovascolare.
Sono necessari ulteriori studi per determinare se NT-pro-BNP può essere clinicamente utile per individuare interventi intensivi mirati nei pazienti con poliartrite infiammatoria a maggiore rischio di malattia cardiovascolare. ( Xagena2014 )

Mirjafari H et al, Ann Rheum Dis 2014;73:684-690

Reuma2014



Indietro