Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Medical Meeting

CCL21 come un potenziale biomarcatore del siero per l'ipertensione arteriosa polmonare nella sclerosi sistemica


La sclerosi sistemica è una delle principali cause di ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ).
I modelli murini hanno indicato ruoli chiave per le chemochine CCL19 e CCL21 e il loro recettore CCR7 nell'infiammazione polmonare che porta alla ipertensione arteriosa polmonare.

Uno studio ha valutato l'asse chemochina CCL19-CCL21 in pazienti con ipertensione arteriosa polmonare correlata a sclerosi sistemica.

Campioni di siero ottenuti da due coorti prospettiche indipendenti di sclerosi sistemica ( n=326 ), pazienti con ipertensione arteriosa polmonare idiopatica ( n=12 ) e soggetti di controllo sani ( n=100 ) sono stati analizzati per i livelli di CCL19 / CCL21 mediante saggio immunoassorbente legato all'enzima.
I livelli sono stati definiti come alto o basso.

È stata eseguita la stratificazione del rischio al momento della diagnosi di ipertensione arteriosa polmonare e sono stati esaminati gli eventi correlati alla ipertensione arteriosa polmonare.

I livelli di CCL21 sono risultati più alti nei pazienti con sclerosi sistemica rispetto ai controlli ed erano elevati prima della diagnosi di ipertensione arteriosa polmonare.

L' ipertensione arteriosa polmonare era più frequente nei pazienti con livelli elevati di CCL21 ( maggiore o uguale a 0.4 ng/ml ) rispetto a quelli con bassi livelli di CCL21 ( 33.3% vs 5.3%, P minore di 0.001 ).

Nelle analisi multivariate, CCL21 era associata a ipertensione arteriosa polmonare ( hazard ratio, HR=5.1, P minore di 0.001 ) e all’insorgenza di eventi correlati a ipertensione arteriosa polmonare ( HR=4.7, P minore di 0.001 ).

La stratificazione del rischio al momento della sola diagnosi di ipertensione arteriosa polmonare non ha previsto eventi correlati alla ipertensione arteriosa polmonare.
Tuttavia, quando il rischio alla diagnosi era combinato con un livello di CCL21 alto o basso, è stato riscontrato un significativo effetto predittivo ( HR=1.3, P=0.027 ).
Un alto livello di CCL21 era associato a una ridotta sopravvivenza ( P minore di 0.001 ).

In conclusione, CCL21 sembra essere un marcatore promettente per predire il rischio di sclerosi sistemica correlata alla ipertensione arteriosa polmonare e progressione della ipertensione arteriosa polmonare.
CCL21 può essere parte di un percorso immunitario disregolato legato allo sviluppo del danno vascolare polmonare nella sclerosi sistemica. ( Xagena2018 )

Hoffmann-Vold AM et al, Arthritis & Rheumatology 2018; 70: 1644-1653

Reuma2018 Cardio2018 Pneumo2018



Indietro