Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Medical Meeting

I pazienti con miopatia infiammatoria idiopatica ( IIM ) soffrono di un aumento del carico di comorbidità, ma i dati sulla mortalità in questa patologia di recente diagnosi sono contrastanti. Inoltre ...


Nonostante le attuali terapie, la sclerosi sistemica cutanea diffusa ( sclerodermia ) ha spesso un esito devastante. È stato confrontato il trapianto di cellule staminali ematopoietiche autologhe CD3 ...


Facendo uso di studi di associazione sull'intero fenoma ( PheWAS ) è stato scoperto che gli uomini con lupus eritematoso sistemico sono ad aumentato rischio di fibrillazione atriale rispetto alle donn ...


L'incremento graduale del dosaggio di Allopurinolo ( Zyloric ) per i pazienti con gotta non ha prodotto miglioramenti riguardo alla sopravvivenza rispetto ad aumenti limitati. La gotta è la forma p ...


Si sospetta che le alterazioni nel sistema immunitario e le infezioni possano aumentare la suscettibilità all'arterite a cellule giganti ( GCA ). Recentemente l'herpes zoster è stato direttamente coi ...


I pazienti con artrite reumatoide presentano un più alto rischio di fratture osteoporotiche se prendono oppiacei o inibitori selettivi del riassorbimento della serotonina. Il motivo è da ricercarsi p ...


I pazienti affetti da artrite reumatoide sono a maggior rischio di linfoma rispetto alla popolazione generale. C'è preoccupazione che gli inibitori del fattore di necrosi tumorale ( TNF ) possano esa ...


Adalimumab ( Humira ) trova impiego nei pazienti con artrite reumatoide moderatamente grave da più di 10 anni e presenta un profilo di sicurezza ben consolidato in molteplici indicazioni. Sono stat ...


Alcuni studi hanno riportato una possibile associazione tra esposizione a inibitori del fattore di necrosi tumorale ( TNF ) e aumento del rischio di melanoma. È stata esaminata l'incidenza di melanom ...


È stata valutata e confrontata l'incidenza di eventi cardiovascolari, mediante fenotipo cardiovascolare, tra i pazienti con spondilite anchilosante, artrite reumatoide e la popolazione generale. Ut ...


È stata confrontata la presentazione dell'artrite reumatoide, precoce, sieropositiva e sieronegativa, nei pazienti naive ai farmaci antireumatici modificanti la malattia ( DMARD ) classificati secondo ...


L'infusione endovenosa di cellule staminali allogeniche espanse di origine adiposa è stata ben tollerata, senza tossicità associata alla dose, e ha dimostrato efficacia clinica nella artrite reumatoid ...


Mentre l'onere dell'infezione è elevato nei pazienti con lupus eritematoso sistemico ( SLE ), vi è incertezza sui tassi di infezione differenti in base ai regimi immunosoppressivi. Sono stati confron ...


Gli inibitori del fattore di necrosi tumorale ( TNF ) sono efficaci nella riduzione dell'infiammazione nelle malattie reumatiche, ma aumentano il rischio di infezioni. E' stato intrapreso uno studio ...


Celecoxib ( Celebrex ) è risultato essere non-inferiore a Ibuprofene o a Naproxene per quanto riguarda la sicurezza cardiovascolare. Rispetto ai farmaci antinfiammatori non-steroidei ( FANS ) non-se ...