Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Medical Meeting

Durata dell'intervallo QT corretto per la frequenza cardiaca nell'artrite reumatoide e sua riduzione con il trattamento con l'inibitore dell'Interleuchina 6 Tocilizumab


Gli individui con artrite reumatoide sono ad aumentato rischio di morte cardiaca improvvisa, un risultato aumentato in quelli con prolungamento dell'intervallo QT corretto ( QTc ).

È stato confrontato il QTc tra pazienti con artrite reumatoide e controlli demograficamente adattati ed è stata studiata la variazione del QTc dopo il trattamento con l'inibitore dell'interleuchina 6 ( IL-6 ) Tocilizumab ( RoActemra ).

Sono stati ottenuti elettrocardiogrammi ( ECG ) standard a 12 derivazioni, e il QTc è stato misurato in pazienti con artrite reumatoide al basale e dopo 24 settimane di trattamento con Tocilizumab, quindi è stato confrontato con controlli senza artrite reumatoide abbinati per età e sesso.

Sono stati studiati in totale di 94 pazienti con artrite reumatoide e 42 controlli senza artrite reumatoide.
Il QTc basale medio era più lungo di 10 ms nel gruppo artrite reumatoide rispetto ai controlli ( 422 vs 412 ms, rispettivamente, P minore di 0.001 ) ed è diminuito fino a una media di 406 ms con il trattamento ( P minore di 0.001 ).

Il QTc basale era significativamente e indipendentemente più alto tra i soggetti con sieropositività anticorpale al peptide citrullinato, più elevata conta delle articolazioni gonfie e livelli più elevati di proteina C reattiva ( CRP ) e metalloproteinasi di matrice 3.

Ogni diminuzione di log unità di CRP con il trattamento è risultata associata a una media riduzione del QTc di 2.9 ms ( P=0.002 ) dopo la regolazione per età e QT di riferimento.
Le misure di risposta clinica non erano associate al cambiamento di QTc.

In conclusione, la marcata normalizzazione del QTc osservata con il trattamento con Tocilizumab, e il suo stretto parallelismo con la riduzione della CRP, hanno fornito elementi a sostegno della premessa secondo cui l'infiammazione sistemica contribuisce alle anomalie della ripolarizzazione cardiaca nella artrite reumatoide soggetta al trattamento. ( Xagena2018 )

Kobayashi H et al, Journal of Rheumatology 2018, 45: 1620-1627

Reuma2018 Cardio2018 Farma2018


Indietro