Reumabase.it
XagenaNewsletter
Reumatologia
Xagena Mappa

Efficacia e sicurezza a 5 anni di Secukinumab per spondilite anchilosante: studio MEASURE 2


Secukinumab ( Cosentyx ), un anticorpo monoclonale completamente umano che inibisce direttamente l'interleuchina 17A ( IL-17A ), ha mostrato un miglioramento significativo e duraturo dei segni e dei sintomi della spondilite anchilosante in 3 anni nello studio MEASURE 2.

Sono stati riportati i risultati a 5 anni alla fine dello studio di Secukinumab sottocutaneo 150 mg nello studio MEASURE 2.

MEASURE 2 era uno studio di fase 3, in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo, condotto in 13 Paesi e 53 centri.
I pazienti con spondilite anchilosante di età pari o superiore a 18 anni e che soddisfacevano i criteri di New York modificati sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Secukinumab ( 150 mg o 75 mg ) oppure placebo per via sottocutanea al basale e alle settimane 1, 2 e 3, e successivamente ogni 4 settimane dalla settimana 4.

Alla settimana 16, i pazienti inizialmente trattati con placebo sono stati nuovamente assegnati in modo casuale ( placebo switcher ) a ricevere Secukinumab 150 mg o 75 mg.

Sono stati riportati i risultati di efficacia per i pazienti inizialmente randomizzati a Secukinumab 150 mg e per quelli che sono passati dal placebo a Secukinumab 150 mg alla settimana 16.

A partire dalla settimana 140 è iniziata un'escalation della dose facoltativa da Secukinumab 75 mg a 150 mg.

Sono stati valutati gli endpoint di efficacia alla settimana 260 ( 5 anni ), tra cui ASAS ( Assessment of Spondyloarthritis International Society ) 20 e ASAS 40, malattia inattiva in base a ASDAS-CRP ( Ankylosing Spondylitis Disease Activity Score with C-Reactive Protein ), BASDAI ( Bath Ankylosing Spondylitis Disease Activity Index ), BASDAI50, BASMI ( Bath Ankylosing Spondylitis Metrology Index ), BASFI ( Bath Ankylosing Spondylitis Functional Index ), Short Form-36 Physical Component Summary e remissione parziale ASAS.

Le analisi sono state stratificate in base allo stato anti-TNF ( anti-TNF-naive e risposta inadeguata anti-TNF ).
L'analisi di sicurezza ha incluso tutti i pazienti che hanno ricevuto una o più dosi di Secukinumab.

Sono stati assegnati in modo casuale durante lo studio 219 pazienti e 150 ( 68% ) hanno completato 5 anni di trattamento, inclusi 82 su 106 pazienti ( 77% ) nel gruppo Secukinumab 150 mg e 68 su 105 ( 65% ) nel gruppo Secukinumab 75 mg.

L'analisi di efficacia nel gruppo Secukinumab 150 mg ha incluso 53 pazienti che hanno completato lo studio e un altro paziente che è stato valutato nel periodo di trattamento tra le settimane 212-260, ma non ha completato lo studio.
134 su 219 pazienti ( 61% ) erano anti-TNF-naive e 85 ( 39% ) erano responder nadeguati agli anti-TNF.

Le risposte ASAS a 5 anni con Secukinumab 150 mg sono state 36 pazienti su 54 ( 67% ) ( ASA20 ) e 27 pazienti ( 50% ) ( ASAS40 ).
Sono stati osservati miglioramenti sostenuti negli altri endpoint di efficacia con Secukinumab 150 mg a 5 anni.

A 5 anni, la percentuale di pazienti che hanno raggiunto gli endpoint di efficacia di risposta BASDAI 50 è stata del 53% ( 44/83 ); la risposta ASAS 5/6 è stata del 51% ( 42/83 ); la malattia inattiva secondo ASDAS-CRP è stata del 21% ( 17/81 ); e la remissione parziale ASAS è stata del 25% ( 21/83 ).

I tassi di incidenza aggiustati per l'esposizione a qualsiasi dose di Secukinumab per eventi avversi selezionati sono stati 1.0 per 100 anni-paziente per Infezioni da Candida, 0.5 per malattia di Crohn, 0.4 per colite ulcerosa, 0.6 per eventi cardiovascolari avversi maggiori, 0.5 per uveite e 0.6 per tumori maligni o non-specificati.

Secukinumab 150 mg ha fornito miglioramenti sostenuti nei segni, sintomi e funzione fisica nei pazienti con spondilite anchilosante dopo 5 anni di trattamento.

Il profilo di sicurezza di Secukinumab è rimasto coerente con quello delle segnalazioni precedenti. ( Xagena2020 )

Marzo-Ortega H et al, Lancet Rheumatology 2020; 2: 339-346

Reuma2020 Farma2020


Indietro