Reumabase.it
XagenaNewsletter
Reumatologia
Xagena Mappa

L'uveite associata al trattamento con bifosfonati è rara


I bifosfonati sono tipicamente usati come trattamento di prima linea per l'osteoporosi e altre malattie ossee.
Sebbene l'uveite sia un effetto indesiderato raro con l'uso di bifosfonati, può essere sospettata nei pazienti che manifestano dolore, fotofobia o occhi rossi dopo il trattamento con bifosfonati.

Nello studio sono stati inclusi sei pazienti con infiammazione oculare associata all'uso dei bifosfonati di età compresa tra 50 e 86 anni.
Della coorte totale, 4 pazienti hanno ricevuto bifosfonati per via endovenosa per l'osteoporosi e 2 per malattia oncologica.
Complessivamente, 5 pazienti hanno sviluppato una reazione infiammatoria dopo la prima infusione di Zoledronato; l'altro paziente ha sviluppato una reazione infiammatoria dopo l'infusione di Pamidronato.
Il tempo di presentazione degli effetti avversi variava tra 12 ore e 7 giorni dopo la somministrazione.

Dei 6 pazienti, l'uveite anteriore è stata diagnosticata in 5 e la sclerite posteriore associata a perineurite ottica in 1 paziente.
Il coinvolgimento è stato monoculare in tutti i pazienti.

Non è stata osservata una reazione oculare avversa in 3 pazienti che avevano ricevuto in precedenza bifosfonati orali; tuttavia, un nuovo episodio di uveite è stato osservato in 1 paziente che ha ricevuto un secondo trattamento con Zoledronato.

L'uso dei corticosteroidi topici è risultato efficace nei 5 pazienti che presentavano uveite anteriore. Tuttavia, la corticoterapia sistemica e l'ospedalizzazione per la gestione del dolore erano necessarie per il paziente che presentava sclerite posteriore e perineurite.
In tutti i pazienti, l'infiammazione oculare si è risolta entro 4 settimane.

Nel complesso, l'infiammazione oculare è risultata non-comune con l'uso dei bifosfonati.
L'uso della corticoterapia locale e sistemica ha risolto l'infiammazione oculare in tutti i pazienti.

L'intervento precoce è essenziale per migliorare il dolore e ridurre il rischio di complicanze. ( Xagena2020 )

Fonte: American Society for Bone and Mineral Research ( ASBMR ) Annual Meeting, 2020

Reuma2020 Endo2020 Oftalm2020 Farma2020


Indietro