Reumabase.it
XagenaNewsletter
Reumatologia
Medical Meeting

Metotrexato a basso dosaggio associato a tumore cutaneo e a vari eventi avversi


Il Metotrexato a basso dosaggio, un farmaco ampiamente utilizzato nel trattamento delle malattie reumatiche sistemiche, è risultato associato a un aumento dei rischi da lieve a moderato di cancro cutaneo assieme ad eventi avversi gastrointestinali, infettivi, polmonari ed ematologici.

E' stata condotta una analisi secondaria prespecificata di CIRT ( Cardiovascular Inflammation Reduction Trial ), uno studio randomizzato in doppio cieco, controllato con placebo, che ha esaminato se gli effetti antinfiammatori del Metotrexato potessero ridurre il rischio di eventi cardiovascolari.
I risultati della sperimentazione hanno mostrato che il Metotrexato non ha ridotto il rischio di eventi cardiovascolari mentre era associato a un rischio elevato di tumori della pelle non-a-cellule basali.

L'analisi ha incluso partecipanti con un noto infarto miocardico, malattia coronarica ostruttiva multi-vasale, diabete di tipo 2 o una sindrome metabolica.
I pazienti sono stati arruolati in un periodo di run-in di 5-8 settimane, durante il quale è stato somministrato Metotrexato a basso dosaggio con dosi che aumentavano da 5 a 15 mg a settimana.
Dopo la fase run-in, i partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere placebo o 15 mg di Metotrexato a basso dosaggio per os una volta alla settimana e 1 mg di Acido Folico negli altri 6 giorni della settimana.
I partecipanti che soddisfacevano i criteri di sicurezza avevano dosi di Metotrexato aumentate a 20 mg a settimana dopo 16 settimane.

Durante il periodo di studio sono stati registrati diversi eventi avversi, tra cui eventi gastrointestinali, polmonari, infettivi, ematologici, maligni e muscoloscheletrici.

Un totale di 6.158 partecipanti sono stati arruolati dopo il periodo di run-in e 4.786 sono stati assegnati in modo casuale a Metotrexato a basso dosaggio ( n = 2.391 ) oppure a placebo ( n = 2.395 ).
Il periodo di follow-up mediano è stato di 23 mesi con un dosaggio mediano di 15 mg a settimana.

Tra i partecipanti, si sono verificati eventi avversi nell'87% del gruppo Metotrexato, rispetto all'81.5% del gruppo placebo ( hazard ratio, HR = 1.17; IC 95%, 1.1-1.25 ).

I ricercatori hanno scoperto che il rischio ( hazard ) di molti eventi avversi era elevato nel gruppo Metotrexato, inclusi gli eventi gastrointestinali ( HR = 1.91; IC 95%, 1.75-2.1 ), polmonari ( HR = 1.52; IC 95%, 1.16-1.98 ), infettivi ( HR = 1.15; IC 95%, 1.01-1.3 ) ed eventi ematologici ( HR = 1.15; IC 95%, 1.07-1.23 ).

Nonostante sia stato identificato un rischio significativamente maggiore di cancro della pelle nel gruppo Metotrexato rispetto al gruppo placebo ( HR = 2.05; IC 95%, 1.28-3.28 ), non è stata riscontrata alcuna associazione con un aumento dei rischi per altri tumori o eventi avversi mucocutanei, neuropsichiatrici o muscolo-scheletrici.

Rispetto al gruppo placebo, è stato scoperto che il gruppo Metotrexato aveva un rischio ridotto di eventi avversi renali ( HR = 0.85; IC 95%, 0.78-0.93 ). ( Xagena2020 )

Fonte: Annals of Internal Medicine, 2020

Reuma2020 Cardio2020 Onco2020 Farma2020


Indietro