Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Medical Meeting

Morbilità e mortalità cardiovascolare nella sindrome di Sjögren primaria


I pazienti con malattie infiammatorie immuno-mediate come l'artrite reumatoide o il lupus sistemico sono ad aumentato rischio di malattie cardiovascolari.
Tuttavia, il rischio cardiovascolare dei pazienti con sindrome di Sjögren primaria ( pSS ) è stato finora poco studiato.

Uno studio ha valutato l'associazione tra sindrome di Sjögren primaria e la morbilità e la mortalità cardiovascolare.

La ricerca bibliografica ha identificato 484 articoli e abstract di interesse; 14 studi ( 67124 pazienti affetti da sindrome di Sjögren primaria ) sono stati inclusi nella meta-analisi.

Rispetto alla popolazione di controllo, nei pazienti con sindrome di Sjögren primaria il rischio è risultato significativamente aumentato per la morbilità coronarica ( rischio relativo: RR = 1.34, IC 95%: 1.06-1.38; p = 0.01 ), morbilità cerebrovascolare ( RR = 1.46, IC 95%: 1.43-1.49, p inferiore a 0.00001 ), insufficienza cardiaca ( odds ratio, OR = 2.54, IC 95%: 1.30-4.97, p inferiore a 0.007 ) e morbilità tromboembolica ( RR = 1.78, IC 95%: 1.41-2.25, p inferiore a 0.00001 ), senza aumento statisticamente significativo del rischio di mortalità cardiovascolare ( RR = 1.48, IC 95%: 0.77-2.85, p = 0.24 ).

In conclusione, questa meta-analisi ha dimostrato che la sindrome di Sjögren primaria è associata a un aumento della morbilità cardiovascolare, il che suggerisce che questi pazienti debbano essere sottoposti a screening per le comorbilità cardiovascolari e considerati per interventi preventivi, in un approccio multidisciplinare con i cardiologi. ( Xagena2018 )

Beltai A et al, Arthritis Care Res 2018; Epub ahead of print

Reuma2018 Cardio2018



Indietro